Meraviglie naturali, opere fantastiche e Lorenzo Boscolo

Meraviglie di cristallo

F70B6816 copy.jpg

Nel settore esposizioni, all’interno di una caverna, si trova un gruppo di cristalli giganti, minerale che affascina da secoli persone provenienti da tutto il mondo. Questo gruppo di cristalli di quarzo purissimi misurano quasi un metro d’altezza e pesano una tonnellata e mezza. Sono stati scoperti nel 2008 da cercatori professionisti: Franz von Arx ed Elio Müller. Nella Camera delle meraviglie, invece è mostrato come al giorno d’oggi sono ancora prodotti gioielli con cristallo delle alpi svizzere. Il Sasso San Gottardo ha creato questa esposizione insieme al marchio Svizzero ELVETIA-gioielli lavorati da un professio-nista del Cantone Uri.

Marchingegno delle meraviglie

Bildmaschine copy.png

Nella Caverna grande si trova un oggetto unico nel suo genere. Questo marchingegno dedicato al ridotto nazionale è stato creato dall’artista zurighese Tullio Zanovello. L’installazione-spettacolo ha una durata di circa trenta minuti. Qui delle opere raccontano tramite il loro movimento, storie leggendarie e i miti della regione del Gottardo. L’artista multi-talento non solo ha dipinto questi enormi quadri, ma ha anche modellato la statua Elvezia, costruito un macchinario con la sua meccanica e infine composto la musica e scritto i testi per il coro.

Generale Guisan e la meraviglia di Berna

SOM Guisan Fussball

Nella nuova esposizione dedicata al generale Guisan, viene raccontata anche la leggendaria partita di calcio tra Svizzera e Germania tenutesi allo stadio di Wankdorf a Berna il 20 aprile 1941. Questa partita finì inaspettatamente con una vittoria da parte della Svizzera. Questo accadde oltre tutto il giorno del compleanno di Hitler. Dopo il fischio finale la delegazione tedesca scappò via rapidamente. Una fotografia del Generale Guisan cattura questo momento, sembra si intraveda un sorriso, difficile nascondere la propria felicità…

Questo evento straordinario viene rievocato grazie ad una radiocronaca della partita: Lorenzo Boscolo ha creato appositamente questa radiocronaca per il Museo Sasso San Gottardo!

A proprio agio al Sasso San Gottardo

Steinbock.jpeg

Questo bellissimo ospite si sente perfettamente a suo agio al Sasso San Gottardo. Ama particolarmente le nostre postazioni delle mitragliatrici, strutture in cemento posizionate nella parete rocciosa.

Biglietti e informazioni sono disponibili sul sito: https://it.sasso-sangottardo.ch

 

Aperto fino al 21.10.2021

Giorno di riposo: in estate il martedì, in autunno lunedì e martedì